Gruppo di continuità per la casa

La nostra casa, si sa, diventa ogni giorno sempre più Smart.

Il numero di dispositivi connessi a Internet continua infatti ad aumentare, tra computer, notebook, tablet, TV e console da gioco.
Per non parlare dei più recenti dispositivi intelligenti come Google Home, Alexa e le varie periferiche legate alla domotica.

Possiamo ormai definire le nostre abitazioni come “dipendenti dalla connettività”, ed è quindi nostro compito prenderci cura al meglio di questa nuova dipendenza digitale.

Ma come farlo?
Beh, è semplice: dotandoci del giusto gruppo di continuità per la casa!

Come scegliere il miglior UPS per la casa?

Forse ti farà un po’ storcere il naso, ma la risposta giusta è: dipende!

Proprio per la moltitudine di dispositivi elettronici che ormai popolano la nostra casa, anche molto diversi tra loro, non è possibile fornire una risposta universale a chi cerca il miglior gruppo di continuità per la propria abitazione.

Non esiste infatti l’UPS perfetto per la casa, come allo stesso modo non c’è un gruppo di continuità che non si addica a priori all’uso in ambito domestico. Possiamo immaginare la nostra casa come un insieme di postazioni distinte, e per ciascuna di esse esistono dei criteri specifici da seguire per scegliere di volta in volta l’UPS più appropriato.

Per prima cosa ti consigliamo di leggere la nostra guida all’acquisto, dove puoi trovare tante informazioni utili a carattere generale sugli UPS, dopo di che abbiamo preparato qui sotto alcuni approfondimenti specifici sui più diffusi ambiti d’applicazione domestici.

Sei pronto?
Bene: partiamo!

Postazione Tv

Presente in quasi tutti i salotti di casa, questa postazione prevede tipicamente una TV (o Smart TV) affiancata a seconda dei casi da altri dispositivi elettronici, come ad esempio modem, router o decoder. Si tratta di periferiche tipicamente a basso consumo energetico, che non richiedono un UPS con tecnologia particolarmente complessa.

Se il tuo obiettivo è quello di tutelarti dagli sbalzi di tensione la scelta può quindi ricadere su un gruppo di continuità con potenza nominale medio-bassa, dotato di un numero di prese d’uscita sufficiente per collegare tutti gli apparecchi.
Rispondono a questi requisiti i modelli Epyc delle serie NEONION e TETRYS.

Se il tuo intento è però quello di garantirti anche un’alta autonomia, magari perché vuoi essere sicuro di non perderti nemmeno un minuto della tua serie TV preferita, allora ti consigliamo di orientarti su un UPS equipaggiato con doppia batteria a capacità medio-alta (7 o 9 Ah).
In questo caso il gruppo di continuità per la casa più indicato è il modello Epyc QUANTUM.

Una menzione a parte va fatta invece per le console da gioco. Questi dispositivi potrebbero infatti richiedere una tecnologia di UPS particolare, per cui ti invitiamo a leggere il nostro approfondimento dedicato qui.

UPS PER TV

EPYC NEON

Scopri NEON

EPYC ION

Scopri ION

EPYC TETRYS

Scopri TETRYS

EPYC QUANTUM

Scopri QUANTUM

Postazione Pc e Smart Working

È ormai consuetudine trovare almeno un computer fisso nelle nostre case, in particolare con l’introduzione delle modalità di Smart Working e Didattica a Distanza a seguito della pandemia del 2020.
Lavorare da casa o seguire lezioni da remoto richiede infatti postazioni ben attrezzate (computer, monitor, cuffie, stampante…) ed è facile intuire come sia imprescindibile garantire continuità di alimentazione a tutti i dispositivi connessi.
Non puoi certo permettere che un blackout interrompa una riunione, che ti faccia perdere una lezione o addirittura un esame!
Anche in questo caso sarà fondamentale equipaggiarsi con un apposito gruppo di continuità domestico.

Questo tipo di postazione può prevedere diversi dispositivi accessori, ma quello che non può mancare, e che risulta determinante per la scelta del corretto UPS, è proprio il computer stesso.
Il consumo in Watt può variare sensibilmente a seconda del modello di PC ma, considerando anche gli altri dispositivi presenti, ti consigliamo anzitutto di orientarti su un UPS dalla potenza nominale medio/alta.
L’altro elemento imprescindibile in questi casi è sicuramente l’autonomia garantita dal gruppo di continuità, che deve essere sufficientemente alta da permetterti di superare anche i blackout che si protraggono per diversi minuti.

La nostra scelta ricade quindi sui modelli UPS da almeno 1500 VA che siano equipaggiati con due batterie interne da 9 Ah.
Rispondono a questi requisiti le serie Epyc QUANTUM e Epyc NYTRO.
Quest’ultima in particolare rappresenta la soluzione più corretta per chi utilizza un computer Mac o un PC con alimentatore a PFC attivo.

UPS PER PC

EPYC QUANTUM

Scopri QUANTUM

EPYC NYTRO

Scopri NYTRO

HI-FI e impianti audio home theatre

Gli impianti Hi-Fi, come anche le soundbar e i sistemi Home Theatre da collegare alla TV, sono dispositivi delicati, spesso anche molto costosi, che possono risultare particolarmente sensibili a blackout e sbalzi di tensione.

Per preservare questo tipo di periferiche da potenziali danni legati a disturbi elettrici è necessario utilizzare un apposito UPS con tecnologia ad onda sinusoidale pura, che è in grado di erogare corrente di qualità uguale, se non addirittura superiore, a quella fornita direttamente dalla rete elettrica di casa.

Con questa tipologia di UPS si elimina oltretutto il rischio di ronzio che può essere generato dalle armoniche tipiche di un’onda che non sia perfettamente sinusoidale.

Per i tuoi dispositivi audio ti consigliamo quindi il modello Epyc NYTRO.

Elettrodomestici

C’è un’altra categoria di dispositivi elettrici che potresti voler tutelare all’interno della tua casa: stiamo parlando dei cosiddetti grandi elettrodomestici, come ad esempio il frigorifero, il congelatore, il forno o la lavatrice.
Se ti stai domandando se è possibile utilizzare un gruppo di continuità anche con questi apparecchi, la risposta è “si”.

Il nostro consiglio è però quello di usare l’UPS solo per prevenire potenziali guasti o rotture legati a un’interruzione improvvisa di corrente, mentre non risulta molto utile nel caso tu voglia garantire il funzionamento dei tuoi elettrodomestici durante blackout prolungati.
In questo caso ti conviene sempre attendere il ripristino della corrente da parte della società elettrica.

I grandi elettrodomestici sono sistemi piuttosto delicati, caratterizzati dalla presenza di un motore e/o un compressore, il che li rende molto sensibili agli sbalzi di tensione e alle forti correnti di spunto. Data la loro particolare architettura questi apparecchi richiedono quindi esclusivamente un UPS ad onda sinusoidale pura in uscita o, ancora meglio, un UPS Online.
Questi ultimi sono infatti gli UPS più appropriati da collegare ai grandi elettrodomestici casalinghi proprio per la migliore capacità di gestire le forti correnti di spunto, e per il fatto che, grazie alla tecnologia a doppia conversione, la tensione è generata costantemente dall’inverter, e quindi sempre stabile.

Al momento non sono presenti UPS di tipo Online all’interno della gamma Epyc.
Se preferisci invece orientarti su un UPS Line Interactive a onda sinusoidale pura, allora puoi scegliere il modello Epyc NYTRO.

Altre applicazioni di UPS per la casa

Se stai cercando un consiglio per una periferica diversa, che non abbiamo nominato all’interno di questa guida, prova a cercare qui sotto tra gli altri nostri approfondimenti dedicati.

UPS per videosorveglianza
UPS per stufe a pellet
UPS per computer Mac
UPS per PC da gaming
UPS per console da gioco
UPS per Modem

Non sai ancora quale scegliere?

Se ancora ti rimanesse qualche dubbio allora scrivici tramite la nostra pagina di contatto:
il Servizio Clienti sarà felice di poterti supportare.

Hai già un UPS Epyc? Scarica gratis il nostro Software di Monitoraggio dedicato. Hai un UPS? Scarica Software