I migliori UPS per MAC

Tutelare le proprie periferiche dai rischi legati all’alimentazione elettrica è certamente un’ottima accortezza, sempre più diffusa tra i più svariati tipi di utente.

Se c’è poi qualcuno che ancor di più tiene alla “salute” dei propri dispositivi, probabilmente è proprio chi possiede un computer Mac.
Sappiamo bene infatti che gli utenti Apple hanno spesso un forte attaccamento verso i loro affezionati mela-computer!

Scopriamo quindi quali sono i criteri da tenere in considerazione per individuare i migliori UPS per Mac.

Criteri di scelta

Analogamente a quanto accade per i PC da gaming e per tutti gli altri computer di fascia alta, anche i Mac sono dotati di alimentatori con tecnologia a PFC attivo.
Proprio questo aspetto rappresenta la principale discriminante per orientarci nella scelta dell’UPS più appropriato.

Compatibilità con PFC attivo

Per supportare periferiche di questo tipo, e in particolare per evitare danni legati alle forti correnti di spunto che ne caratterizzano il funzionamento, è necessario che il gruppo di continuità per Mac sia provvisto di una specifica funzionalità.
Le strade percorribili sono due:

UPS ad onda sinusoidale pura
Si tratta della soluzione ideale, in cui l’UPS, posizionato a cavallo tra l’impianto elettrico e le utenze, è in grado di erogare una corrente che riproduce esattamente l’andamento sinusoidale tipico della rete di distribuzione.
Il sistema è quindi perfettamente compatibile con il computer Mac, che risulta alimentato correttamente se non addirittura in modo migliorativo rispetto a quando viene collegato direttamente alla presa di corrente.

UPS con tecnologia PWM (Pulse Width Modulation)
Grazie a questa funzionalità l’UPS, pur non generando un’onda sinusoidale pura, risulta assolutamente compatibile con gli alimentatori APFC in quanto l’onda prodotta in uscita viene all’occorrenza modulata in ampiezza, frequenza e velocità.
Il gruppo di continuità è così in grado di adattarsi efficacemente a situazioni di carico con consumi altamente variabili, tipiche proprio degli alimentatori Mac.

Potenza

Una differenza significativa tra i Mac e i PC da gaming è invece legata all’assorbimento.

Nonostante si tratti di dispositivi ad alte prestazioni, il consumo dei computer Mac è relativamente contenuto, frutto di una particolare cura nell’ottimizzazione dei componenti interni dell’intero sistema.
Ad esempio un iMac 27” (2020) ha un consumo massimo dichiarato di 295 Watt, mentre un iMac 24” (2021) non arriva a superare la soglia di 84 Watt.

Per proteggere il tuo Mac non è quindi strettamente necessario dotarsi di un UPS con potenza nominale molto alta.

UPS per MAC: quale scegliere?

A fronte dei requisiti appena illustrati, i modelli di UPS Epyc idonei a tutelare un computer Mac sono due: la serie NYTRO e la serie ION.

Trovi qui di seguito un breve prospetto con le principali caratteristiche di entrambi i modelli.
Se invece vuoi saperne di più ti invitiamo a visitare le rispettive pagine dedicate.

EPYC NYTRO

  • Onda sinusoidale pura in uscita
  • 900 Watt di potenza nominale
  • 5 prese d’uscita, tutte protette da batteria
  • 2 batterie da 9 Ah installate
  • Stabilizzatore di tensione AVR
Scopri NYTRO

EPYC ION

  • Tecnologia PWM
  • Fino a 600 Watt di potenza nominale
  • 3 prese d’uscita, tutte protette da batteria
  • Fino a 1 batteria da 9 Ah installata
  • Dimensioni compatte
Scopri ION

Non sai ancora quale scegliere?

Se ancora ti rimanesse qualche dubbio allora scrivici tramite la nostra pagina di contatto:
il Servizio Clienti sarà felice di poterti supportare.

Hai già un UPS Epyc? Scarica gratis il nostro Software di Monitoraggio dedicato. Hai un UPS? Scarica Software